Valderice, fuga di migranti: sopralluogo del Prefetto

1787

Oggi pomeriggio al centro di accoglienza di Villa Sant’Andrea

Dopo il sit di protesta di numerosi residenti della zona, che lamentano la presenza di immigrati, in fuga dal centro di accoglienza dove devono fare la quarantena di 15 giorni, all’interno dei loro giardini e all’interno delle loro abitazioni, oggi pomeriggio si è svolto un sopralluogo congiunto, dei rappresentanti di Questura e Prefettura assieme al sindaco di Valderice Francesco Stabile. Presenti il Prefetto, Tommaso Ricciardi- ha fatto sapere il primo cittadino di Valderice tramite un post sul suo profilo Facebook- al fine di constatare, assieme al personale della Cooperativa Badia Grande, ente gestore del CAS Villa Sant’Andrea, le possibili soluzioni da adottare per evitare definitivamente le fughe dal centro.
Dal sopralluogo è emerso- scrive sempre Stabile- che, attraverso alcuni accorgimenti di natura anche strutturale, sarà possibile compartimentare alcuni spazi interni della struttura suddividendoli in maniera più adeguata e funzionale, mentre per le fughe all’esterno sarà possibile procedere con interventi di protezione alle porte e finestre.
L’Ente gestore si è preso l’impegno di adottare, da subito, le misure prescritte e convenute. Per quel che riguarda invece il potenziamento della sicurezza presso il Centro, sia il Prefetto che la Questura hanno già ottemperato al rinforzo della presenza delle forze dell’ordine. Saremo pronti a vigilare e a prendere iniziative utili insieme a tutte le parti coinvolte, al fine tutelare i nostri concittadini- conclude il sindaco di Valderice