Il Defibrillation Day

115

All‘Istituto Alberghiero “Ignazio e Vincenzo Florio” di Erice si è tenuta la prima edizione della manifestazione nazionale “DefibrillationDay” con i volontari della associazione di Protezione Civile “Il Soccorso” Anpas Trapani.

Il Defibrillation Day è la giornata nazionale per sensibilizzare alla defibrillazione precoce con prove pratiche dimostrative indirizzata a far comprendere a tutti la semplicità e l’importanza dell’uso precoce del defibrillatore per salvare vite umane attraverso la realizzazione di azioni congiunte informative con materiali didattici condivisi, con l’uso di piattaforme digitali e la formazione di istruttori/formatori nazionali.
Circa 500 giovani studenti e decine di docenti, sono stati coinvolti, nel piazzale dell’istituto secondario trapanese nell’iniziativa che nasce dalla collaborazione di Anpas, con l’associazione Progetto VITA-ODV e con IRC Comunità-APS con le quali lo scorso 28 febbraio è stato sottoscritto un protocollo di intesa per il progetto FACILEDAE.

Grazie ai volontari del Soccorso, gli studenti della scuola superiore “Ignazio e Vincenzo Florio” hanno potuto conoscere – molti per la prima volta – l’utilità di un defibrillatore automatico e capirne il funzionamento grazie anche all’impiego di tre “stazioni dimostrative” costituite da un manichino e un defibrillatore da addestramento. La manifestazione si è aperta con una simulazione di una chiamata di soccorso, di un intervento precoce di rianimazione cardiaca, di attivazione dei soccorso e di intervento qualificato di un equipaggio in automedica con due soccorritori di secondo livello.

Pino Aceto, ppresidente della pubblica assistenza “Il Soccorso”, ha evidenziato come momenti come questi siano fondamentali per sensibilizzare i “cittadini attivi” del futuro, ricondato poi come il Soccorso abbia come mission fondamentale quella di informare i cittadini sulle manovre salvavita. Ed il “defibrillation day” risulta fondamentale per sensibilizzare i più giovani sull’importanza di un intervento tempestivo in caso di arresto arresto cardiaco, una delle la prime cause di morte, per la sopravvivenza del malcapitato.

Daniela Aschieri, presidente di Progetto Vita, si è invece detta orgogliosa di avere portato nelle 150 piazze italiane che hanno partecipato al Defibrillation Day 2022 il semplice messaggio che chiunque possa salvare  una vita con tre semplici gesti. La legge 116 del 4 agosto 2021 lo ha stabilito in modo chiaro: chiunque può usare un DAE. Ma bisogna sapere come usarlo. Il sistema di soccorso 112-118 attraverso le istruzioni pre-arrivo può aiutare i soccorritori occasionali. Ma se ciascun cittadino assiste a una semplice dimostrazione – ha rimarcato Daniela Aschieri – si renderà contro che non può arrecare alcun danno usando un DAE”.

GUARDA IL SERVIZIO ANDATO IN ONDA NEL TG