Ripresa tra le polemiche

Primo allenamento stagionale al Provinciale per i calciatori del Trapani. A dirigere la seduta Di Donato, mentre fuori i tifosi contestavano Pellino e Petroni. Pettinari e Luperini, nel frattempo, hanno chiesto la risoluzione del contratto

833

di Federico Tarantino

A poco più di una settimana dall’inizio del campionato di serie C, il Trapani questa mattina ha svolto il primo allenamento collettivo della stagione nel rispetto del protocollo sanitario della Figc. Un allenamento in un clima surreale. Alla guida della seduta, infatti, c’era Daniele Di Donato con il suo staff. Sembrerebbe che all’ex giocatore dell’Ascoli sia stato chiesto di allenare la formazione granata perché Oberdan Biagioni non avrebbe effettuato i due tamponi previsti. La decisione della nuova proprietà è stata quella quindi di proseguire con Daniele Di Donato fin quando Biagioni non potrà aggregarsi al gruppo. Erano presenti anche i dipendenti previsti da protocollo e che nei giorni scorsi avevano scioperato, facendo saltare gli allenamenti. Dipendenti che, per il momento, hanno ricevuto solamente promesse di pagamento dei tre stipendi arretrati.

Intanto, fuori dallo stadio Provinciale è cominciata la contestazione nei confronti di Gianluca Pellino e di Fabio Petroni: i tifosi chiedono a gran voce il Trapani “trapanese”. Il comitato “C’è chi il Trapani lo ama” continua ad insistere e continua le proprie attività. Ieri sera hanno reso noto i nomi degli imprenditori con cui hanno collaborato per l’eventuale acquisto delle quote del Trapani: il comitato ha, infatti, incontrato Gregory Buongiorno, Pino Pace e Andrea Bulgarella, ricevendo disponibilità per un coinvolgimento diretto o sponsorizzazioni.

Gianluca Pellino, inoltre, non ha acquistato il 100 percento delle quote del Trapani: l’imprenditore ha dichiarato al Giornale di Sicilia che ci sarebbe un impegno di acquistare la totalità del Trapani entro la fine dell’anno. Ecco quindi che si spiega la nuova composizione del consiglio d’amministrazione del Trapani Calcio, che vede membri di Alivision nel board granata: Luigi Foffo presidente, Massimiliano Vignati con delega all’area sportiva e poi i consiglieri Monica Pretti, Maria Stella Taverniti e Fabrizio Moretti.

Pellino, inoltre, è alle prese con il primo serio problema. Stefano Pettinari e Gregorio Luperini, dopo aver già presentato la richiesta di risoluzione contrattuale all’arbitrato per il mancato pagamento dello stipendio di aprile, hanno fatto richiesta di risoluzione per giusta causa. Pare che sarebbe stato violato il protocollo sanitario in occasione dell’allenamento svolto martedì 8 settembre. Una richiesta di risoluzione che giunge dopo le indagini in corso con ispezione al Provinciale da parte della Procura Federale. Pettinari e Luperini sono i due giocatori più appetibili dal mercato in uscita e dalle cessioni dei loro cartellini il Trapani punta a ricavare il più possibile. Adesso la formazione trapanese rischia di perdere a zero i due calciatori ed essere costretta a pagare un equo compenso.