Istituzioni, imprese e mondo della formazione a confronto. “Facciamo squadra per costruire il futuro della Sicilia”

104

“Quello che è avvenuto oggi è straordinario: siamo riusciti a riunire tutte le parti interessate al processo di rinnovamento della nostra Regione, dopo due anni di pandemia”. A dirlo Vincenza Mione, Dirigente Scolastico dell’ITET Girolamo Caruso di Alcamo, la scuola che ieri mattina ha ospitato l’incontro “Le istituzioni educative e le istituzioni politiche incontrano il mondo delle imprese e dell’artigianato”, organizzato dallo stesso ITET, da CNA Sicilia e dall’ITS Emporium del Golfo.

Un evento che ha visto effettivamente la presenza e il confronto tra istituzioni, imprese e mondo della formazione. “Oggi abbiamo capito ancora di più che, se facciamo squadra, se facciamo sistema, riusciamo a creare qualcosa di buono, ad impiegare al meglio i fondi europei. Ci siamo caricati di responsabilità per avviare e far decollare nuovi progetti che coinvolgono i nostri giovani”, ha aggiunto la Mione.

Nella sessione dimostrativa parallela- nella palestra dell’Istituto- sono stati infatti esposti ed illustrati otto progetti finanziati con i contributi PO FESR 2014/2020 e con fondi destinati in favore delle istituzioni scolastiche, che registrano la sinergia tra Regione Siciliana, Università degli Studi di Palermo, enti di ricerca e formazione, scuole ed imprese.

“Oggi testare che i progetti finanziati dall’Assessorato- ha dichiarato Mimmo Turano, Assessore regionale alle Attività Produttive- diventano non solo attività di finanziamento per il sistema produttivo- dato che la misura riguarda l’innovazione e la ricerca- ma anche strumento per avere un contatto con i giovani e per permettere loro di divenire protagonisti del futuro è una cosa molto bella”.

Durante l’incontro, molto si è parlato delle prospettive future e delle opportunità derivanti dal PNRR.

“È un momento straordinario- ha detto nel suo intervento Patrizia Valenti, dirigente generale del Dipartimento Formazione Professionale nonché dell’Autorità di gestione Fondo Sociale Europeo, intervenuta in sostituzione dell’Assessore regionale all’Istruzione e alla Formazione, Roberto Lagalla- siamo all’avvio della nuova programmazione della politica di coesione, si parla di circa 41 miliardi di euro per tutta Italia che la politica investe nei prossimi sette anni, e sta partendo anche il PNRR, che conta oltre 200 miliardi di euro di investimenti da attivare entro il 2025 molti dei quali sono destinati alla valorizzazione del capitale umano e al suo inserimento nel mondo del lavoro”.

“Il PNRR è una grande opportunità se la sappiamo cogliere- ha tenuto a precisare l’Assessore Turano- i fondi del Piano sono infatti a debito, dobbiamo fare in modo di cogliere questa scommessa in immediato, di spendere questi fondi al meglio”.

Al convegno è intervenuto anche il neo Rettore dell’Università degli Studi di Palermo, Massimo Midiri: “Stiamo lavorando per creare anche una prospettiva di lavoro ai giovani, creando dei partenariati con il mondo delle imprese, che vogliamo ospitino i nostri studenti per tirocini curriculari non inferiori a quattro mesi. Non a caso, nel bilancio preventivo 2022, abbiamo stanziato 1 milione di euro per questi corsi curriculari, pratici, dentro le aziende. Vogliamo che passi il messaggio che l’Università degli Studi di Palermo pensa concretamente non solo alla formazione ma anche al futuro dei propri iscritti”.

In tal senso, la CNA provinciale e regionale hanno rinnovato la loro disponibilità a collaborare per creare sinergie ed opportunità che agevolino l’inserimento nel mondo del lavoro dei giovani, ma anche il loro orientamento professionale.

Sono intervenuti tra gli altri anche: Domenico Surdi, Sindaco del Comune di Alcamo; Nello Battiato, Presidente CNA Sicilia; Giuseppe Orlando, Presidente CNA Trapani;Gregory Bongiorno, Presidente Sicindustria; Enzo Munna, Presidente dell’ITS Emporium del Golfo; Fabio Giannilivigni, di Entermed srl; Sergio Amenta, Presidente del Consiglio di amministrazione della Banca Don Rizzo; Fabrizio Bocchino, Direttore dell’Istituto Nazionale Astrofisica Palermo; Sara Pagliai, Coordinatrice dell’Agenzia Erasmus INDIRE; Roberta Melodia, della CEP srl; Gianfranco Cassarà, commercialista.

L’incontro è stato moderato dalla giornalista Pamela Giampino.

Questi i nomi dei progetti presentati nella sessione dimostrativa:  “Anna Belfiore- L’intreccio dei qanat”- VR Game; ONDAFLEX “Generatore da moto ondoso per alimentare gli utilizzatori elettrici a bordo di un peschereccio”; SAWE “Support Alert Early Warning”; Laboratorio didattico interattivo e virtuale a supporto  dei bambini con disturbi dello spettro autistico; Inventariare per conoscere e valorizzare il patrimonio artistico e culturale del territorio attraverso tecniche di realtà virtuale; ALFRED- Artificial Learner For Recognition, Enviroments and Domotics; “Il lavoro del futuro realizzato su misura”; “Dalla ricerca alla scuola e alla società: rivoluzione tecnologica e iniziative di E- Education”.