Era tra i migranti sbarcati clandestinamente pochi giorni fa, il trentaquattrenne tunisino arrestato dalla Squadra Mobile di Trapani, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere della Direzione Distrettuale Antimafia di Trento.

Il magrebino, indagato per associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti. è stato collocato con gli altri suoi connazionali presso il Centro Permanente per il Rimpatrio di Milo e identificato dagli agenti della Squadra Mobile. L’uomo è risultato essere ricercato nell’ambito della operazione antidroga Komba 2019 che ha ricostruito e stroncato un vasto traffico internazionale di droga con epicentro l’Alto Adige. Si tratta di un’inchiesta con 83 persone coinvolte, di cui 50 arrestate e che ha permesso il sequestro di 4 kg di cocaina, 6 di eroina, 4 di hashish e 30 mila euro, provento dello spaccio.

Il 34enne arrestato faceva parte della catena di pusher che distribuiva la droga in Alto Adige, a Bolzano, e che arrivava da  Francia, Austria ed altre regioni italiane.