giovedì, Luglio 25, 2024
22.1 C
Trapani
HomeAttualitàI tesori di Trapani: la Torre dell'ex monastero di Santa Maria del...

I tesori di Trapani: la Torre dell’ex monastero di Santa Maria del Soccorso

Nell'antico edificio tra le vie Torrearsa e delle Arti, nel centro storico della città, un tempo aveva sede l'Osservatorio meteorologico e astronomico.

di Mario Torrente

Questa è la Torre dell’ex monastero di Santa Maria del Soccorso. Si trova tra la via Torrearsa e la via delle Arti, praticamente ad angolo sopra l’arco di “Coppa Loggia”. Un tempo, con i suoi oltre 30 metri, era il punto più alto del centro storico di Trapani: dopo essere passato nel patrimonio dello Stato, dal 1880 ospitò l’Osservatorio meteorologico e dal febbraio del 1907 anche la Stazione astronomica e sismica dell’istituto Nautico “Marino Torre”. Al suo interno, quindi, gli studenti di cento e passa anni fa si esercitavano con gli strumenti per l’osservazione del cielo, imparando così ad andare per mare orientandosi con le stelle.

La Torre è stata dunque anche un laboratorio per gli allievi capitani di inizio ventesimo secolo. Al suo interno c’erano tante attrezzature, tra cui anche un cannocchiale donato nel 1902 dall’allora ministro alla Pubblica istruzione Nunzio Nasi. Al suo interno c’era pure molto materiale di studio a disposizione dei futuri marittimi, tra cui anche quello arrivato dal Consorzio autonomo del porto di Genova. Andando a spulciare un po’ di vecchie carte emerge il ruolo che ebbe l’allora Camera di Commercio ed Arti per garantire il necessario appoggio finanziario all’Osservatorio astronomico e nell’elenco delle strumentazioni, tra quelle già in dotazione e quelle da acquistare, c’era anche il pendolo astronomico.

Insomma, la Torre sopra “Coppa Loggia era un autentico fiore all’occhiello, uno dei tanti gioielli della Trapani antica. Purtroppo da anni versa in condizioni di abbandono. La Torre, che fa parte del grande complesso dove si trova l’Intendenza di Finanza ma è di proprietà del Comune di Trapani, venne restaurata all’esterno nel 2005 in occasione della Coppa America, ma non al suo interno. E a quasi a 18 anni di distanza da quei lavori appare evidente come la Torre necessiti di interventi di recupero. Ed un progetto di restauro esiste già, con tanto di studio di fattibilità, che tra l’altro è pure inserito nel Programma triennale delle opere pubbliche del Comune di Trapani. Ma al momento non ci sono i finanziamenti necessari per portare l’opera in appalto e fare partire il cantiere.

A riguardo, dagli uffici dell’amministrazione comunale si stanno cercando i canali per reperire i fondi che potrebbero permettere alla Torre dell’ex monastero di Santa Maria del Soccorso, con le sue quattro stanze ed un terrazzo di ben 90 metri quadrati, di rinascere a nuova vita. Come fatto sapere dall’architetto Nino Alestra, Rup del progetto, che ha pure curato le ricerche storiche sull’antico edificio, si punta a realizzare un punto di osservazione per i turisti che vogliono vedere Trapani dall’alto come avviene in molte altre città europee. Ma in un secondo momento potrebbe anche essere ripristinata la sua funzione di Osservatorio meteorologico e Stazione astronomica acquistando la strumentazione moderna, tornando così a svolgere una funzione didattica per gli studenti trapanesi.

GUARDA LE IMMAGINI NEL SERVIZIO PER IL TG DI TELESUD

  • LO SPETTACOLO DELL’ALBA AL PARCO ARCHEOLOGICO DI SELINUNTE - INVENZIONI A TRE VOCI

Altre notizie