C’è cauto ottimismo per il futuro della piscina coperta di via Tenente Alberti, chiusa nel mese di febbraio scorso dopo che la società che la gestiva aveva avanzato l’impossibilità di proseguire nell’attività a causa degli esorbitanti rincari energetici di gasolio ed elettricità. Circostanze straordinarie che avrebbero dissestato i bilanci e indebitato la società sportiva che ha dovuto alzare bandiera bianca. Ieri s’è tenuto un vertice tra il Sindaco di Trapani Giacomo Tranchida, l’Assessore allo Sport Vincenzo Abbruscato, la Dirigente del Settore Sport Nunziata Gabriele e le società sportive che si occupano della gestione delle piscine scoperta e coperta. All’ordine del giorno, la ricerca di risorse straordinarie, nel rispetto dei vincoli contrattuali, per far ripartire a breve il funzionamento della piscina coperta che ha subito fortemente gli effetti del caro energia, così come il mantenimento di quella scoperta. Il Sindaco Tranchida e l’Assessore Abbruscato hanno spiegato in una nota alla stampa che la questione delle criticità energetiche e dell’aumento dei costi di gestione era stata già stata affrontata nei mesi scorsi. L’amministrazione comunale ha sollecitato la Regione Siciliana ad intervenire con finanziamenti di sostegno mirati. La riunione di ieri pomeriggio ha invece posto il focus sugli aiuti deliberati dal Governo Nazionale. Tranchida e Abbruscato si dicono ottimisti per una soluzione che a breve porti alla riapertura della piscina coperta di via Tenente Alberti.