Clamoroso al Pala Auriga

1325

Un pomeriggio davvero triste per il basket trapanese. A mezzogiorno la Pallacanestro Trapani, ospitava Rieti per l’ottavo turno di campionato. Una partita molto importante per la classifica perché, dando seguito alla vittoria di domenica scorsa a Roma, vincere anche contro Rieti, avrebbe voluto dire mantenere la squadra laziale dietro, a 4 punti e poter affrontare l’altra sfida importante, quella di domenica prossima contro la Juvi Cremona, con ottimismo. Ma così non è andata… ma non sul campo che invece ha offerto una partita ben giocata dai granata, capaci di giocare due quarti di assoluto valore e di portarsi sul più 20, e di gestire, nonostante i due lunghi, Carter e Tsetserukou, fuori per 5 falli, il terzo quarto e l’inizio dell’ultimo, sopra di dieci. Ma a 7 minuti e 56 secondi, ecco la svolta amara della partita. Una schiacciata di Timperi, giocatore di Rieti, piega il canestro. Trapani ha 30 minuti a disposizione, da regolamento, per sostituirlo. Gli arbitri, ne concedono anche 10 in più, ma il cambio non è ottimale. La partita viene sospesa, con i granata sopra di 10 punti e con Rieti che ha la possibilità di chiedere il 0-20 a tavolino. Cosa che ovviamente farà, e che quasi certamente verrà accolta. Oltre al danno la beffa. Sono diverse le considerazioni da fare oltre l’opportuna amarezza di fronte ad una squadra che comunque reagisce alle avversità. Ora occorre che tutti si remi dalla stessa parte e che la società spieghi.