Pubblicità
<tonno auriga

Con il tradizionale rito della Dimuniara, ieri sera a Marettimo sono entrati nel vivo i festeggiamenti in onore di San Marettimo. Oggi la cerimonia delle Alloggiate e la processione delle statue di San Giuseppe e San Francesco di Paola.

È un momento molto sentito nell’isola, che segna il passaggio dall’inverno alla bella stagione. Facendo da richiamo a tantissime persone che ogni anno si danno appuntamento a Marettimo per l’importante ricorrenza religiosa. Compreso chi ormai risiede altrove per lavoro. La festa di San Giuseppe è entrata nel vivo ieri con l’arrivo della banda ed i giochi in piazza, a partire da quello delle pignateddre, la corsa dei sacchi ed il tiro alla fune.

Dopo la santa messa nella spiaggia dello scalo nuovo sono stati fatti ardere tre grandi fuochi che metaforicamente rappresentano la sacra famiglia. Si tratta della tradizionale vampata di San Giuseppe, che a Marettimo viene chiamata Dimuniara. Ed in tanti ieri hanno lanciato la legna nei tre grandi fuochi, tra cui anche il sindaco delle Egadi Peppe Pagoto, a Marettimo per partecipare ai festeggiamenti in onore del patrono dell’isola.

La serata è proseguita con musica in piazza ed il cabaret di Ernesto Maria Ponte, con balli in piazza e risate esilaranti in un’atmosfera di festa e gioia. Con canzoni che hanno coinvolto anche il pubblico, come la famosa “vengo dopo il Tg”

Le battute del noto cabarettista palermitano hanno poi regalato risate e divertimento a gogò, spaziando da vari temi, facendo passare un’ora di piena allegria al numeroso pubblico presente. E concludendo in musica scherzando sulle canzoni siciliane. E naturalmente non sono mancati i riferimenti a Marettimo, a partire dai sapori a tavoli che sa offrire l’isola.

Questa mattina, in piazza, si sono invece aperte le celebrazioni religiose con la presenza del vescovo Fragnelli. Dopo la messa si è aperto il rito delle Alloggiate e dell’Ammitu ai santi con . Di pomeriggio, alle 16 in punto, le immagini di San Giuseppe e San Francesco di Paola sono uscite in processione percorreranno le strade di Marettimo fermandosi davanti ad ogni abitazione. Le due icone religiose rientreranno nella chiesa dell’isola questa sera. 

Mario Torrente

GUARDA IL SERVIZIO CON LE IMMAGINI E LE INTERVISTE ARRIVATE DA MARETTIMO