Pubblicità
<tonno auriga

Questo pomeriggio nell’aula consiliare di Palazzo Cavarretta si è tenuto un incontro per parlare di movida nel centro storico di Trapani. La questione è antica: da un lato ci sono i gestori delle attività commerciali, che per attirare clienti e fare movimento nei loro locali vorrebbero fare musica e animazione. Dall’altro ci sono i residenti, che rivendicano il loro diritto a riposare nelle ore notturne. Chiedendo il rispetto di orari e decibel. E questo pomeriggio gestori e residenti si sono incontrati nell’aula del Consiglio comunale di Trapani per un momento di confronto promosso dal gruppo consiliare Giovani Muovi-Menti di cui fanno parte i consiglieri Giuseppe Lipari, Giuseppe Virzì Giuseppe e Marzia Patti. L’iniziativa scaturisce a seguito delle recenti modifiche apportate dal Consiglio comunale al regolamento di arredo urbano per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche. Da qui la decisione di incontrare i rappresentanti dei cittadini residenti ed esercenti nel centro storico di Trapani, le associazioni di categoria, le associazioni di cittadini, tra cui quelle giovanili ed universitarie. “Lo scopo dell’incontro – hanno fatto sapere dal gruppo Giovani Muovi-Menti – è di coinvolgere la cittadinanza e le associazioni nel processo di decisione politico-istituzionale, riconoscendo loro il ruolo di protagonista nell’attuazione del principio costituzionale di sussidiarietà”.