Pubblicità
<tonno auriga

Il nord-africano ora è ricoverato al Villa Sofia di Palermo. Arrestato un suo connazionale con il quale la vittima ha avuto una violenta lite

Culmina in accoltellamento una furibonda lite tra due tunisini scoppiata, per futili motivi, in piazza Regina, a Mazara del Vallo. Karim Rafrari di 38 anni, è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di lesioni personali gravissime. Sarebbe stato lui a sferrare diversi fendenti contro un connazionale di 32 anni. L’uomo, raggiunto in diverse parti del corpo, è stato trasferito all’ospedale Villa Sofia di Palermo dove gli sono state diagnosticate diverse ferite da taglio al collo, al torace e alla spalla. La lite è avvenuta giovedì scorso, ma la notizia dell’arresto è stata resa nota questa mattina. Una pattuglia dei carabinieri, impegnata nei servizi di controllo del territorio, mentre transitava a piazza Regina ha notato un uomo riverso a terra sanguinante. Il ferito è stato subito soccorso e accompagnato in ambulanza all’ospedale. Poco dopo, un altro uomo, in stato di semi incoscienza, è stato rinvenuto in via delle Sette Chiese. Attraverso alcune testimonianze, gli investigatori hanno scoperto che i due poco prima erano rimasti coinvolti in una violenta lite. Karim Rafrari, che durante la colluttazione è stato colpito alla testa con un bastone,  ora è gli arresti domiciliari. (Lu.Tod)