Pubblicità
<tonno auriga

Ieri pomeriggio a Palazzo Cavarretta, nell’aula consiliare di Palazzo Cavarretta si è tenuto un incontro per parlare di movida nel centro storico di Trapani.

Movida sì, Movida no. La questione tiene banco già a un po’:  da un lato ci sono i residenti, che rivendicano il loro diritto a riposare nelle ore notturne. Chiedendo il rispetto di orari e decibel. Dall’altro i gestori delle attività commerciali, che per attirare clienti e fare movimento nei loro locali vorrebbero fare musica, anche dal vivo. Ma c’è da fare i conti con il problema degli schiamazzi che disturbano chi vive al centro storico. E ieri pomeriggio gestori e residenti si sono incontrati nell’aula del Consiglio comunale di Trapani per un momento di confronto promosso dal gruppo consiliare Giovani Muovi-Menti di cui fanno parte i consiglieri Giuseppe Lipari, Giuseppe Virzì e Marzia Patti. I consiglieri comunali hanno chiamato a raccolta gestori e residenti per cercare di mediare tra le rispettive posizioni e cercare di trovare una soluzione che permetta da un lato di potere lavorare, dall’altro di rispettare il diritto dei residenti di potere dormire di notte. Tenendo anche presente il forte momento di crisi, che ha già portato molte attività a chiudere i battenti. Da qui la richieste di una regolamentazione e della predisposizione di un calendario di eventi.

Dal gruppo Giovani Muovi-Menti i consiglieri Giuseppe Lipari e Giuseppe Virzì hanno ascoltato tutti gli interventi ed alla fine cercheranno di fare sintesi con la presentazione in Consiglio comunale di un atto che vada a mediare tra le diverse posizioni.

GUARDA IL SERVIZIO