L’uomo di 39 anni prima ha infierito contro pazienti e medici, poi ha aggredito i carabinieri intervenuti per riportarlo alla calma

Inveisce contro medici e pazienti, poi aggredisce i carabinieri intervenuti al pronto soccorso  di Alcamo. Protagonista della vicenda, un marocchino che è stato arrestato. La scorsa notte, l’uomo, in preda ai fumi dell’alcool, si è presentando all’ospedale San Vito e Santo Spirito iniziando a prendere di mira i pazienti che erano in sala di attesa  e il personale medico. Per scongiurare che la situazione potesse degenerare qualcuno ha ritenuto opportuno chiedere l’intervento dei carabinieri con una telefonata al 112.  Quando i militari dell’Arma sono giunti nell’area di emergenza del nosocomio alcamese, il marocchino si sarebbe scagliato contro di loro, colpendoli con  calci e pugni. Ora è in carcere. Un carabiniere è rimasto ferito nella colluttazione avuta con il nord-africano.