Pubblicità
<tonno auriga

Il senatore del Movimento Cinque Stelle e giornalsita Gianluigi Paragone ha incontrato i rappresentanti del comitato #sevolovoto

E’ sbarcato a  Birgi, prima di raggiungere la Chiesa Sant’Agostino, per presentare il suo Dignità Tour. Il senatore pentastellato e giornalista Gianluigi Paragone, ha incontrato ieri i rappresentati del comitato #sevolovoto nato a difesa dell’aeroporto dello scalo aeroportuale trapanese il cui futuro continua ad essere incerto. Un comitato nato spontaneamente sul web e che ha raggiunto in breve tempo le piazze. Una provocazione al mondo della politica che sembra non riuscire a far decollare di nuovo l’aeroporto, con gravi ripercussioni sull’economia locale. Frattanto, nelle ultime ore sulla questione Birgi è intervenuto l’amministratore di Airgest, Paolo Angius che, sembra in maniera provocatoria, nel tentativo, l’ ennesimo di smuovere le coscienze, ha annunciato di voler proporre agli azionisti la messa in liquidazione della società di gestione dello scalo aeroportuale. “Quando Musumeci mi ha affidato l’incarico – sottolinea Angius – l’obiettivo era quello di andare verso la realizzazione di un polo unico siciliano. Esattamente quello che dicono adesso i Cinque Stelle. E’ necessario che tutti gli attori si siedano attorno ad un tavolo – prosegue – per capire come raggiungere questo obiettivo. Se non viene fatto nessun passo avanti, vuol dire che l’intenzione è quella di tenere in piedi una polemica politica e io non ci sto”.

GUARDA IL SERVIZIO