Pubblicità
<tonno auriga

Il sindaco di Erice era stato denunciato dal consigliere Alessandro Manuguerra per uso improprio dell’auto del Comune

Uso improprio dell’auto del Comune? Richiesta di  archiviazione per il sindaco di Erice Daniela Toscano chiamata a rispondere dei reati di abuso d’ufficio e peculato, in seguito alla denuncia sporta contro di lei dal consigliere Alessandro Manuguerra. I fatti contestati al primo cittadino si riferiscono al 13 novembre del 2018. Fatti per i quali, però, il pubblico ministero Giulia Mucaria ha avanzato, alla Procura di Trapani, richiesta di archiviazione. Al centro della vicenda, il passaggio con l’auto di rappresentanza che Daniela Toscano avrebbe dato al consigliere comunale  Francesca Miceli per raggiungere Erice Vetta in occasione di una seduta del Consiglio comunale. Affacciato dal balcone del palazzo Municipale, Manuguerra aveva assistito alla scena, immortalandola con il suo telefonino cellulare. Stessa cosa aveva fatto il consigliere Simona Mannina. Il 21 novembre, Alessandro Manuguerra si è recato negli uffici  della Digos di Trapani per sporgere denuncia contro il sindaco.  La polizia ha acquisito, non soltanto le foto e i video presentati dal denunciante, ma anche le immagini riprese dal sistema di videosorveglianza e le telecamere collocate a piazza Municipio,   avrebbero dato riscontro a quanto denunciato da Manuguerra.  Il Pm, però, ha richiesto l’archiviazione rilevato che “la condotta criminosa posta in essere dall’indagata non può connotarsi come abituale, dal momento che la stessa non riporta nel casellario giudiziario alcun precedente penale e, dunque, sussistere la causa di non punibilità prevista dal codice penale”. Un pronunciamento stigmatizzato politicamente dal movimento del consigliere “Nati Liberi” che lo ha così commentato: “Una richiesta d’archiviazione che pesa più di una condanna per le motivazioni del Pm”. Ora parola al giudice per le indagini preliminari.