Pubblicità
<tonno auriga

Il giovane aveva accoltellato ed ucciso Fabio D’Aguanno intervenuto per sedare una lite

Aveva accoltellato ed ucciso un giovane intervenuto per sedare una lite. Alessio Li Volsi, di 20 anni, accusato dell’omicidio del giovane Fabio D’Aguanno, è stato condannato a trent’anni di carcere. Il giudice Emanuele Cersosimo ha riconosciuto a Li Volsi, che ha scelto il rito abbreviato, l’aggravante dei futili motivi. La tragedia si consumò nella notte tra il 12 ed il 13 giugno scorso all’interno di un bar che insiste in via Tunisi. Secondo quanto ricostruito dalle indagini, Fabio D’Aguanno sarebbe intervenuto per sedare una lite scoppiata tra Li Volsi ed un altro avventore del bar quando all’improvviso venne colpito alla gola da un fendente. Inutile la corsa in ospedale, il giovane morì dopo poche ore di agonia al Sant’Antonio Abate.