Pubblicità
<tonno auriga

Adesso è ufficiale: da quest’anno sarà nuovamente operativa la tonnara di Favignana.

Di sicuro c’è che si tratta di un risultato storico. Ma c’è un però, che rimanda alla quantità di tonno che potrà essere pescato in base alla ripartizione fatta dal Ministero delle Politiche Agricole, che per la campagna di pesca 2019 del tonno rosso assegna una quota indivisa pari ad 84,69 tonnellate che dovranno essere ripartite con le tonnare della Sardegna. Si tratta comunque di un risultato importante, come rimarcato dal sindaco delle Egadi, Peppe Pagoto, che ha ricordato come dopo 12 anni, a Favignana, torna la Tonnara. Le reti sono infatti state calate l’ultima volta nel 2007. Adesso si torna in mare con l’azienda Castiglione che, dopo avere acquisito il famosissimo marchio Florio, ha scommesso di far rivivere alle tonnare l’emozione e la tradizione secolare al territorio. Dalla Castiglione l’amministratore dell’azienda Filippo Amodeo ha tenuto a ringraziare il Ministero, evidenziando, tuttavia, come la distribuzione delle quote non aiuti la sostenibilità economica. Infatti, le 85 tonnellate circa della quota aggiuntiva, fermo restando le 279 “fisse” in favore di quelle sarde, sono una incognita per la Castiglione. Il decreto non specifica la distribuzione della quota 2019; per questo motivo calare prima ed arrivare a pescare il tonnellaggio autorizzato consentirebbe di “fare strike” accaparrandosi l’intera autorizzazione. Per questo, sono già partire le prime barche verso Favignana dove l’equipaggio si trasferirà già nei prossimi giorni nei locali di fianco l’ex camperia, di proprietà dei Parodi che ha messo a disposizione della Castiglione. A fine aprile, si conta di essere già operativi. Uno sforzo importante dell’azienda che ha colto anche lo spirito culturale e turistico del Ministero nonostante le incertezze sulla quota aggiuntiva destinata ad ogni singolo operatore. azienda trapanese. Calare le reti della tonnara ha infatti un costo notevole e per rientrare nelle spese bisogna pescare un certo quantitativo di tonno. Ad ogni modo, si parte con la riapertura della Tonnara che, come evidenziato dal primo cittadino egadino, rappresenta “anche una straordinaria opportunità di lavoro per molti dei nostri giovani e per l’indotto, con in primo piano la tutela ambientale.” Sottolineando quindi gli importanti risvolti importanti per lo sviluppo sia economico che sociale per il territorio. Intanto, i primi risvolti mediatici dell’operazione non si fanno attendere: sabato sarà a Favignana la nota trasmissione televisiva in onda su RAI1, Linea Blu. A parlare di tonni e tonnare con l’azienda Castiglione l’inviata Donatella Bianchi.