Modificata parzialmente l’ordinanza sulla somministrazione di bevande durante la processione dei Misteri

L’ordinanza della discordia, quella sulla somministrazione delle bevande alcoliche, durante la processione dei Misteri, che nelle ultime ore aveva sollevato un vespaio di polemiche soprattutto sui social, da parte di esercenti e commercianti, su decisione del sindaco Giacomo Tranchida ed in seguito ad un nuovo incontro con il Questore e il comando della Polizia Municipale ha subito una lieve modifica. La vendita delle bevande alcoliche o superalcoliche è consentita solo all’interno delle attività commerciali. E’ vietata la vendita per asporto in contenitori di vetro o lattine di bevande comprese quelle alcoliche. “Il provvedimento  – si legge nel documento – già vigente per gli esercizi pubblici è esteso a tutte le attività commerciali”. “Auspicando una serena e partecipata Processione dei Misteri, nel ringraziare la Diocesi, per cominciare dal suo Vescovo, l’Unione Maestranze, il suo Presidente e i Consoli, oltre le donne e gli uomini delle Forze dell’Ordine e i Volontari – dichiara il Sindaco Tranchida – porgo i migliori e più sentiti auguri per la Santa Pasqua alla comunità trapanese tutta, confidando nella partecipata e diffusa voglia civica di risveglio socio-economico”