Pubblicità
<tonno auriga

La pec del gruppo “L’Ascesa al Calvario”, indirizzata all’Unione Maestranze, è partita ieri pomeriggio. Dopo le polemiche durante la processione dei Misteri, adesso è arrivata la presa di posizione ufficiale del ceto del popolo con nota a firma del capo console Alberto La Porta in cui comunica il “recesso dal rapporto associativo con l’Unione Maestranze per decadenza del vincolo fiduciario”. Nel documento il rappresentante dell’Ascesa al Calvario, in ottemperanza all’articolo 24 del Codice civile, illustra tutte le motivazioni che hanno portato all’uscita del gruppo dal sodalizio.Questo è sicuramente un vero e proprio terremoto che adesso provocherà sicuramente ulteriori polemiche e ulteriori risvolti che certamente non potranno non avere conseguenze sul futuro non solo dell’Unione, che evidentemente si sfalda, ma anche sul futuro della processione stessa.

Al momento nessun commento dei vertici dell’Unione Maestranze che da noi contattati hanno fatto sapere di non aver preso visione ufficialmente del documento, in quanto ancora non sono stati presso la loro sede, ma di aver appreso solo da indiscrezioni. Quindi non commenteranno la notizia. Se non nelle sedi opportune.

Di seguito le tre pagine in cui il gruppo del Popolo motiva la sua decisione.

Cliccare qui per leggere il documento del gruppo l’Ascesa al Calvario