Pubblicità
<tonno auriga

Avrebbe offerto un passaggio a un giovane ospite di un centro di accoglienza e poi lo avrebbe palpeggiato

L’ex prete della parrocchia di contrada Addolorata a Marsala, il 76enne Nicolò Genna, è stato condannato a un anno e dieci mesi di carcere – con pena sospesa – per violenza sessuale su un minore. Secondo l’accusa, il parroco, avrebbe tentato di abusare di un giovane immigrato originario del Gambia. Alla vittima, in cambio di rapporti intimi, il prete avrebbe offerto denaro e un lavoro. L’episodio è avvenuto nell’agosto del 2017. L’ uomo – secondo la ricostruzione degli investigatori – avrebbe adescato il giovane, ospite di un centro di accoglienza, mentre stava camminando per strada. Con la scusa di offrirgli un passaggio, lo avrebbe fatto salire a bordo della sua auto dove avrebbe cominciato a palpeggiarlo. Il giudice ha disposto il pagamento di un risarcimento danni di 5mila euro nei confronti della vittima.