Pubblicità
<tonno auriga

Ieri i cittadini di Mazara del Vallo, Castelvetrano, Salemi, Calatafimi e Salaparuta sono stati chiamati alle urne per l’elezione dei sindaci ed il rinnovo dei Consiglio comunali.

A Mazara del Vallo e Castelvetrano si andrà al ballottaggio. Qui nessuno dei candidati ha superato il 40 per cento necessario per vincere al primo turno. A Mazara la sfida per l’elezione a sindaco sarà tra Salvatore Quinci e Giorgio Randazzo. Ancora mancano i dati ufficiali, ma Quinci si sarebbe attestato attorno al 30 per cento, Randazzo al 21, seguito da Nicola La Grutta, Mariella Martinciglio, Benedetta Corrao e Pasquale Safina. Ben più ridotto il margine tra i due pretendenti alla carica di primo cittadino di Castelvetrano. Qui il ballottaggio sarà tra Calogero Martire ed Enzo Alfano, rispettivamente, questi invece sono dati definitivi, al 30 ed al 28 per cento. Lo scarto tra i due è di poco meno di trecento voti. Al terzo posto è arrivato Pasquale Calamia, con il 16 per cento delle preferenze, seguito da Vita Alba Pellerino al 9, Antonino Giaramita al 7 e Davide Brillo all’8.

Giochi fatti invece a Salemi. Qui l’amministrazione comunale continuerà ad essere guidata da Domenico Venuti, che ha conquistato la riconferma per il secondo mandato con 3.108 voti, oltre il 50 per cento dei consensi. Francesco Giuseppe Crimi si è fermato a poco meno del 24 per cento con 1461 preferenze, Rosario Rosa al 16, Roberto Rapallo al 9. Niente riconferma a Salapatura invece per l’uscente Michele Saitta. Il nuovo sindaco del comune belicino, con il 59 per cento dei consensi, è Vincenzo Drago. A Calatafimi-Segesta Nicolò Cristaldi è invece uscito sconfitto dalla competizione elettorale. Il nuovo sindaco, con il 48 per cento dei consensi, parti a 1931 voti, è Antonino Accardi. Cristaldi, con 1332 voti, ha invece ottenuto il 33 per cento delle preferenze, seguito da Salvatore Gucciardi al 18 per cento.