Le indagini sono state condotte dagli uomini della sezione di pg della polizia presso la Procura di Trapani, su delega della Dda di Palermo

La cocaina e l’hashish che arrivavano dalla Campania e dalla Calabria venivano poi spacciate all’interno di alcuni locali del trapanese o consegnata direttamente a domicilio. Quattro arresti sono stati eseguiti oggi dagli agenti della sezione di pg della Polizia presso la Procura del capoluogo di concerto con gli uomini della Squadra Mobile che hanno smantellato una rete di spaccio operativa tra Trapani  e Palermo. In manette, Luigi Parolisi, 34 anni, originario di Napoli, ma residente a Palermo,  Massimiliano Voi, 44 anni di Trapani,  Mariano Galia, 30 anni, di Erice, residente a Trapani. Ai domiciliari è finito invece  Antonio Voi, figlio di Massimiliano, 23 anni di Erice. Obbligo di dimora infine per Giuseppe Rinaudo, 29 anni e Annibale Baiata, 35 anni, entrambi di Erice. Indagando su un professionista trapanese, gli agenti sono riusciti ad individuare una vera e propria associazione, dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti con a capo Massimiliano Lo Voi. Questo filone investigativo, stralciato dall’originale, è passato per competenza alla Dda di Palermo che ha emesso le ordinanze di custodia cautelare eseguite oggi.