Pubblicità
<tonno auriga

Cresce l’attesa, a Marsala, per la 1^ edizione di “Gustissimo” il Festival del cibo da strada e delle birre artigianali siciliane, che si svolgerà il 10, l’11 e il 12 maggio all’interno di Villa Cavallotti, nell’ambito delle Manifestazioni Garibaldine, con un villaggio gastronomico dove le migliori proposte di cibo da strada della tradizione e dell’innovazione, grazie alla presenza di prodotti tipici d’eccellenza, si accoppieranno a una nutrita rappresentanza dei migliori birrifici regionali, per offrire ai visitatori interessanti possibilità di abbinamenti.

Saranno tre giornate ricche di gusto, musica, intrattenimento, e anche di informazioni sullo street food siciliano d’eccellenza. Il Villaggio gastronomico si potrà fruire già a partire dalle ore 11:00 di venerdì, ma l’inaugurazione, con il tradizionale taglio del nastro e la presenza delle Autorità, è fissata per il pomeriggio del 10 maggio alle ore 18:00.

Il sabato e la domenica l’apertura degli stand è garantita anche a pranzo. Nel Villaggio sarà presente un’area bimbi attrezzata dedicata proprio ai più piccoli che potranno, così, partecipare alla manifestazione fruendo di spazi appositi, in compagnia dei loro genitori.

Questo gli spettacoli previsti in calendario:

venerdì 10 maggio alle ore 20, musica live con i B. Jeans;

sabato 11 maggio alle ore 20, l’evento curato dall’Associazione ‘Ciuri’ dal titolo ‘Una Citta per Cantare’;

domenica 12 maggio alle ore 20, sempre a cura dell’Associazione ‘Ciuri’ il concerto live “The song of the hearth” di Ouim El Mrieh e Toty Lo Faso.

Subito dopo l’inaugurazione, venerdì 10 maggio, intorno alle ore 19, è in programma la presentazione del libro “Pani ca meusa, la cucina di strada siciliana”, di Rosario Ribbene. Non si tratta di un libro di gastronomia, né tantomeno di uno degli innumerevoli ricettari per preparare cibi di strada, ma piuttosto di una passeggiata letteraria sul variopinto universo della cucina di strada siciliana attraverso un itinerario tratteggiato con un linguaggio giornalistico, semplice e immediato capace di raccontare quel mondo vario e vivace degli ambulanti e piccoli putiari che oggi si è trasformato in aziende piccole e medie per la produzione e commercializzazione di prodotti gastronomici tradizionali, ma che ancora conservano un carattere fortemente artigianale.

Il libro è in doppia lingua – essendo integralmente tradotto in inglese – con note esplicative di tutti i cibi di strada. “Pani câ Meusa – La cucina di strada in Sicilia” è tra le fonti utilizzate nella tesi del corso di laurea magistrale in Creatività e Design della Comunicazione – presso lo I.U.S.V.E. Istituto Universitario Salesiano Venezia, aggregato alla Facoltà di Scienze dell’Educazione di Venezia/Mestre – del dott. Gabriele Mercurio dal titolo “Street food come condivisione della storia culturale di un luogo – Un progetto di promozione turistica a km 0 per la città di Palermo”.

Rosario Ribbene è nato a Palermo nel 1977. Laureatosi presso la Facoltà di Architettura, esercita la professione come attività principale, ma coltiva le passioni del giornalismo e della saggistica. Ha al suo attivo collaborazioni con svariate riviste italiane quali I Viaggi del Gusto, Cult, Kalòs, Sicilia Tempo e Colours of Sicily. Nel 2014 fonda e dirige la testata on-line Impronta Magazine. 

La 1^ edizione di “Gustissimo” si concluderà domenica alle 24.