Pubblicità
<tonno auriga

Ieri mattina all’ex Stabilimento Florio di Favignana il tavolo tecnico per le quote tonno che tornano in Sicilia. E già sono stati pescati i primi quattro tonni, tutti tra i 200 ed i 300 chili.

Tavolo tecnico ieri mattina a Favignana in occasione del calo della Tonnara che la Nino Castiglione, dopo tanti anni, sta facendo rivivere in un territorio che lo aveva perso in favore della Sardegna. L’azienda trapanese è già pronta con le reti calate e dalla settimana prossima potrà iniziare le operazioni in mare che dovrebbero terminare i primi di giugno. Ieri l’assessorato regionale all’agricoltura Edy Bandiera ha tenuto un tavolo tecnico per valorizzare questo risultato straordinario ottenuto dalla Regione Siciliana, come primo passo per un radicamento della quota tonno per la nostra isola.

Presente all’incontro anche il direttore del dipartimento della Pesca di Sicilia Dario Cartabellotta, che in questi anni è stato uno dei principali protagonisti di questo straordinario risultato per nostra isola.

La tonnara del mare delle Egadi intanto ha consegnato il primo raccolto delle quote tonno in Sicilia. Ieri pomeriggio, verso le 17, la prima barca ha portato a terra quattro tonni tutti di media e grossa pezzatura, fra i 200 e i 300 kg. Sono i primi pesci catturati nelle reti calate nei giorni scorsi dalla Nino Castiglione nel mare antistante Favignana. L’azienda trapanese, come noto, ha seguito della quota tonno indivisa con quelle sarde, che già godono di quella fissa di quasi 300 tonnellate, dovrà fare una corsa contro il tempo per arrivare a fine maggio accaparrandosi tutte le 85 tonnellate disposte dal Ministero delle Politiche Agricole e alimentari da cui dipende il Dipartimento della Pesca.