Pubblicità
<tonno auriga

Tre “fototrappole”, consegnate all’Amministrazione comunale di Paceco dalla ditta appaltante Agesp, si aggiungono alla dotazione della Polizia municipale, per contrastare l’abbandono indiscriminato di rifiuti nel territorio.

“Questi apparecchi – avverte l’assessore Federica Gallo – permetteranno di intensificare i controlli, soprattutto nelle aree limitrofe ad altri comuni, per evitare che prosegua l’abbandono di sacchi di immondizia nelle zone meno popolate. A questo scopo, stiamo predisponendo anche attività di controllo mirato, di concerto con le amministrazioni comunali dei territori confinanti con il nostro comune”.

“Le fototrappole si aggiungono agli strumenti di controllo remoto, quali telecamere e fotocamere, già in funzione nel territorio, a supporto dei nostri accertamenti” precisa il comandante della Polizia municipale, Giuseppe D’Alessandro, specificando che “lo scorso aprile, sono stati emessi 22 verbali, per un importo totale di 8.200 euro, tra casi di abbandono di rifiuti e irregolarità riscontrate durante il servizio porta a porta, perché i nostri controlli non riguardano solo coloro che abbandonano i sacchetti di spazzatura ai confini del paese e sui cigli delle strade, ma si concentrano anche sulla corretta modalità di differenziazione dei rifiuti”.

Si ricorda che, per l’abbandono dei rifiuti nel territorio, la sanzione va da un minimo di 600 euro fino ad un massimo di 750 euro, mentre sono previste sanzioni da 50 a 125 euro per coloro che non rispettano la corretta raccolta differenziata e anche per chi fa penzolare sacchetti dai balconi.