I Carabinieri in EnergeticaAmbiente

Pubblicità
<tonno auriga


In corso le perquisizioni presso le sedi trapanesi e di Palermo della società di raccolta rifiuti.

Sono tuttora in corso le operazioni della polizia giudiziaria, affidate al Centro Anticrimine Natura di Palermo dell’Arma dei Carabinieri, su delega della Direzione Distrettuale Antimafia, competente per i reati ambientali, presso le sedi di Trapani e Palermo della società milanese, appaltatrice di molti servizi di raccolta in Sicilia che hanno portato ai domiciliari il responsabile operativo per l’Italia meridionale Giovanni Picone ed il capocantiere Benedetto Cottone, denunciando All’Autorità Giudiziaria, complessivamente, 9 persone, tutte in forze ad EnergeticaAmbiente. Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di Traffico illecito di rifiuti ed Inquinamento Ambientale, reati che prevedono una pena, rispettivamente, da uno e da due a sei anni con multe che vanno da 10 mila a 100 mila euro. I legali dell’Azienda erano presenti questa mattina nella sede trapanese, assistendo alle operazioni del nucleo speciale dei Carabinieri, riuniti con i vertici locali di Energetica. Dalla società, tuttavia, fanno sapere che “il servizio di raccolta e le attività proseguiranno regolarmente senza interruzione”.

NEL CORSO DEI TG TUTTI I RISVOLTI DELL’OPERAZIONE. 

GUARDA IL VIDEO