Il piccolo comune palermitano è stato nei giorni scorsi, unico in Sicilia, alla Fiera Internazionale del Turismo.

Dopo la visita, a fine marzo, del Presidente della Repubblica Popolare Cinese a Palermo, il Comune di Terrasini ha voluto cogliere il momento favorevole per lo straordinario spot pubblicitario che Xi Jimping ha promosso nella sua terra, così da provare a creare le basi per un ponte stabile fra il Grande Dragone e la Trinacria. Unico comune siciliano presente a Shangai, l’assessore al turismo Vincenzo Cusumano ha voluto rimarcare l’importanza di questa presenza:
“L’esperienza cinese della Fiera Internazionale del Turismo ITB di Shanghai rappresenta per Terrasini un momento di crescita non indifferente. L’incontro con il ministro dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio – continua Cusumano- e le sue dichiarazioni lasciano prevedere che si stanno aprendo per la nostra cittadina possibilità concrete di sviluppo economico e culturale. Questa visita a Shanghai conferma che puntare sulla nostra tradizione guardando al futuro è la chiave giusta per portare Terrasini sempre più in alto.” Per l’Italia erano presenti a Shangai la Regione Puglia, la Liguria ed il Veneto. Il Governo Musumeci, invece, non ha colto l’opportunità della vista ufficiale del Presidente Cinese decidendo di non partecipare alla Fiera Internazionale del Turismo ITB di Shangai. Un grave errore a nostro avviso.