Con una cerimonia semplice ma densa di significato, questa mattina, a Trapani, nel piazzale dedicato a Falcone e Borsellino, si sono aperte le manifestazioni in memoria delle vittime della strage di Capaci.

Aurora e Giulia, baby sindaco e baby presidente del Consiglio comunale, accarezzano la corona d’alloro depositata ai piedi della targa con la scritta “Piazzale Falcone-Borsellino”. I loro volti puliti sono il simbolo del riscatto, della speranza, della riscossa.  Il sindaco Giacomo Tranchida le ha volute accanto lui nel giorno della memoria. Il 23 maggio del 1992 l’inferno. Il 23 maggio del 1992  la strage di Capaci. Il 23 maggio del 1992 uno dei capitoli più bui della storia d’Italia. Oggi Trapani ha voluto ricordare le vittime con una cerimonia semplice, ma densa di significato che si è svolta in via Virgilio, nel piazzale antistante lo Iacp dedicato a Falcone e Borsello, i due magistrati trucidati dalla mafia. Le manifestazioni proseguiranno per tutta la giornata di oggi e culmineranno domani mattina con l’intitolazione a Francesca Morvillo, moglie di Giovanni Falcone, anche lei vittime dell’attentato di Capaci, del piazzale antistante la via Terenzio, davanti alla scuola Pertini.