Il calciatore ha sorpreso un giovane armato di coltellino intento a forargli le ruote dell’auto

Il centro storico di Trapani è “terra di nessuno”, denunciano gli abitanti che chiedono più controlli. L’ultimo episodio di violenza si è consumato ieri sera, coinvolgendo un giocatore del Trapani Calcio, l’attaccante francese M’Bala ‘Nzola. Il calciatore granata – secondo alcune testimonianze – avrebbe sorpreso un uomo, armato di coltello, intento a tagliargli le gomme dell’auto. Tutto è avvenuto in pochi minuti, nella zona della via Orfani. N’zola, avrebbe prima chiesto aiuto ad alcuni avventori di un locale che insiste nella zona, poi si sarebbe diretto verso il vandalo con in mano una bottiglia, pare per spaventarlo, frantumandola contro il muro. Il giovane attaccante granata, avrebbe riportato alcune ferite alla mano. L’autore del gesto è riuscito a fuggire facendo perdere le proprie tracce, sarebbe però stato notato da alcuni testimoni che hanno riferito di un giovane tossicodipendente parecchio conosciuto nella zona e con alcuni precedenti alle spalle. Sull’episodio indagano in carabinieri.  Sempre nella zona antica della città, sono stati registrati quattro scippi in quattro giorni. L’ultimo la scorsa sera in via Ammiraglio Staiti ai danni di una studentessa di 19 anni che si trovava all’interno della sua auto. Due malfattori le si sono avvicinati aprendo lo sportello e portandole via la borsa. La giovane è riuscita a scendere dall’abitacolo ed inseguire i due malviventi che l’hanno però strattonata e scaraventata a terra. Nel pomeriggio invece, in via Custonaci nel mirino degli scippatori era finito un commerciante del centro storico. Una quindicina di giorni fa ad essere scippata era stata invece una turista.

Pamela Giacomarro