Chi fa la promozione turistica?

Pubblicità
<tonno auriga

La pagina dell’approfondimento di oggi dedicata al turismo ed alle strategie di marketing territoriale per attirare visitatori in provincia di Trapani.

Una volta le attività di promozione turistica dei territori erano affidate alle Apt, le Aziende provinciali del turismo. Dopo la loro soppressione, nel 2009, le loro funzioni passarono alle Provincie regionali, che vennero però abolite dal governo Crocetta, per fare posto ai Liberi Consorzi. Che però non sono ancora entrati a regime, restando ancora alla fase commissariale. Restano le competenze per diverse materie in capo agli uffici. Ma c’è sempre da fare i conti con le risorse che mancano. Di promozione del territorio si occupa naturalmente la Regione, presente a Trapani con il proprio ufficio turistico. E per diversi anni l’attività di marketing territoriale è stata portata avanti dalla Camera di Commercio di Trapani. Tra le mission degli enti camerali c’è infatti anche la promozione del territorio. E gli uffici di Corso Italia, fino a non molto tempo addietro, erano particolarmente impegnati sul fronte del turismo, realizzando anche di un video dedicato a tutta la provincia, oltre che varie pubblicazioni, partecipando a fiere e organizzando eventi. Venne anche messo on line un vero e proprio portale web, trapaniclickandgo, presente anche sulle piattaforme social. Ma la riforma del 2016 voluta dal governo Renzi ha di fatto ridotto le attività del sistema camerale. Le Camere di commercio, rimaste con poche risorse a disposizione a causa della diminuzione del diritto camerale, hanno dovuto ridurre di gran lunga le loro iniziative in materia di promozione turistica del territorio.

A ben vedere in questi anni è mancata una cabina di regia a livello provinciale, con i comuni rimasti soli a portare avanti, singolarmente, la missione della promozione, ma come ovvio limitatamente al loro bacino territoriale e senza un coordinamento unico. Dovendo anche fare i conti con le poche risorse a disposizione. E come ovvio, le attività di marketing territoriale, per funzionare, devono essere portata avanti con una strategia complessiva che abbracci tutto il comprensorio di riferimento. Per colmare questo gap il Distretto Turistico della Sicilia Occidentale sta cercando di mettere in campo una piattaforma di promozione turistica che abbracci tutto il territorio della provincia di Trapani, dando una prospettiva a 360 gradi. Con una visione di lungo periodo per attirare sempre più turisti. Con questo spirito il Distretto Turistico, guidato da Rosalia D’Alì, ha promosso nelle scorse settimane un protocollo di intesa con i comuni per creare la destinazione West Sicily, un vero e proprio piano di marketing territoriale. La bozza dell’accordo è stata firmata più di un mese fa nei locali di Sicindustria Trapani. Dopo essere stata perfezionata nel corso di una riunione tra segretari comunali, si è arrivati adesso alla stesura definitiva. A questo punto si attende la firma definitiva da parte dei sindaci. Dopodichè si potrà partire con il progetto e avviare le strategie della destinazione West Sicily. Sempre bilanci permettendo.

GUARDA IL SERVIZIO CON L’INTERVISTA AL PRESIDENTE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI TRAPANI PINO PACE