Pubblicità
<tonno auriga

Mentre sale la febbre per l’acquisto del biglietto per la partita di domenica tra Trapani e Catania, da voci vicine alla squadra abbiamo appreso che solo una piccola parte dei giocatori ha percepito lo stipendio.

File lunghissime già dalle prime ore del mattino. Ha preso ufficialmente il via la vendita dei tagliandi per la gara di ritorno della semifinale dei play off tra Trapani e Catania. Un via libera prima agli abbonati che hanno il diritto di prelazione, potendo mantenere il proprio posto ed il proprio settore, fino alle 12 di domenica con possibilità di acquistare altri tre tagliandi per altrettanti abbonati. Il tutto presentando in biglietteria l’abbonamento per la stagione 2018/2019. A mezzogiorno invece la vendita degli altri biglietti. Per gli abbonati l’acquisto può essere effettuato esclusivamente presso la biglietteria del Trapani Calcio. Per tutti gli altri invece presso i rivenditori autorizzati vivaticket, anche per i ridotti. Per conoscere i punti vendita vivaticket a Trapani basta collegarsi sul sito segnando la regione Sicilia e provincia. Per i tifosi del Catania sono 404 i biglietti a disposizione nel settore ospiti che possono essere acquistati a partire dalle 12 di oggi e fino alle 19 di sabato 1 giugno. Non è necessaria la tessera del tifoso. I tifosi del Trapani non vogliono mancare all’evento e si stanno organizzando per fare le file nei punti vendita, come alla tabaccheria Urso, in cui gentilmente il proprietario per ingannare l’attesa ha anche offerto le pizze. Torniamo indietro nel tempo con i ricordi, alla finale per la serie A col Pescara, o quella per la serie B col Lanciano. Tutti ricordi indelebili. Ma ora c’è un fattore in più, c’è l’ incertezza del futuro. Da fonti vicine allo spogliatoio abbiamo appreso che soltanto una limitata parte del gruppo ha percepito lo stipendio di marzo , contrariamente a quanto fatto sapere qualche giorno fa per vie informali dall’ amministratore delegato del Trapani Calcio Maurizio De Simone. Ricordate inoltre il comunicato ufficiale in cui si faceva menzione di un premio promozione molto superiore ai 500.000 euro promessi da Heller in caso di raggiungimento della serie B? Bene, anche di questo la squadra non ne ha alcuna notizia. E’ delittuoso che a due giorni dalla partita più importante della stagione, e dopo la magnifica prestazione di mercoledi scorso, all’ interno dello spogliatoio si sia costretti a parlare in prevalenza di argomenti che poco hanno a che fare col campo. Al di là di questo però, non possiamo che fare i conti con i valori morali che questi Uomini con la U maiuscola hanno dimostrato di possedere, riuscendo a sfoderare la magistrale prova di mercoledì a Catania. Giocatori con a capo un allenatore, capaci di non arrendersi di fronte agli ostacoli, calcistici e non, capaci di portare ancora sulle spalle e sulle gambe la passione della gente per questa maglia.