Pubblicità
<tonno auriga

Il sindaco Nicola Rizzo dopo il danneggiamento di “piazzale Stenditoio” alla cala marina:


«Ringrazio i tecnici e gli operai comunali che si sono adoperati velocemente e con professionalità per ripristinare lo stato dei luoghi nel piazzale della cala marina danneggiato nella notte di giovedì subito dopo essere stato ultimato. I dissuasori sono stati nuovamente ancorati, le catene staccate ritrovate in acqua e riposizionate, i grandi e pesanti vasi rimessi a posto anche grazie alla collaborazione di alcuni cittadini. Rimangono piccolissimi accorgimenti prima dell’inaugurazione che dopo i fatti accaduti non può che essere un momento di incontro per tutti i cittadini di Castellammare che prendono le distanze da gesti incivili che non fanno altro che danneggiare l’immagine della nostra città che è invece fatta da tanta gente laboriosa ed onesta. A nome della cittadinanza ringrazio polizia e carabinieri per il lavoro certosino svolto con tempestività e grande professionalità che li ha già portati ad individuare e denunciare  il presunto autore degli atti di danneggiamento in piazzale Stenditoio».

Lo afferma il sindaco Nicola Rizzo dopo i danneggiamenti in piazzale Stenditoio, area della cala marina antistante il castello danneggiata giovedì notte: i dissuasori e i vasi di arredo che la delimitano erano stati scaraventati a terra. Il giorno prima erano state tolte le transenne per l’inaugurazione poiché il restyling della piazza era stato completato.  


Iniziati il 10 aprile del 2018, i lavori in piazzale Stenditoio, area antistante il castello sul lungomare Zangara, noto come “cala marina” sono stati effettuati nell’ambito dei lavori per il secondo stralcio del porto. La massicciata che separava dal mare è stata abbattuta e dopo la realizzazione di opere di protezione della scogliera è stata posta una ringhiera d’acciaio che consente la vista del mare. Il piazzale è stato ampliato di circa 1000 metri quadri rispetto alla precedente area demaniale marittima