Pubblicità
<tonno auriga

Al lavoro da oggi a Castelvetrano i componenti della Commissione straordinaria di Liquidazione. Una sorta di organismo parallelo a quello dell’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Enzo Alfano, a cui è stato assegnato il compito di mettere in ordine i conti dell’ente, in dissesto finanziario ed azzerare i debiti che ammontano a circa 27 milioni di euro. La nomina è stata effettuata dal presidente della Repubblica su proposta del ministero dell’Interno. Si tratta di Raimondo Liotta, Giuseppe Scalisi, che hanno ricoperto entrambi il ruolo di segretario generale presso il comune di Trapani e Vito Maurizio La Rocca, funzionario della Prefettura. Tocca a loro mettere le mani ai bilanci pregressi del comune ed attraverso: “la rilevazione della massa passiva e l’acquisizione e gestione dei mezzi finanziari disponibili ai fini del risanamento mediante alienazione dei beni patrimoniali”. Un compito non facile che i tre dovranno gestire in assoluta autonomia. L’attenzione e la preoccupazione sono indirizzate verso i beni che dovranno essere alienati nella speranza di riuscire a “salvare” il patrimonio storico cittadino.