Pubblicità
<tonno auriga

Viaggio, questa mattina, per le strade del centro storico di Trapani tra degrado, spazzatura e mancanza di senso civico.

Manca ancora il senso civico nella zona del centro storico di Trapani. Una lacuna grave che coinvolge una sacca di residenti ancora oggi reticente alle nuove regole della raccolta differenziata. Qualcuno di loro non utilizza i mastelli di cui è in possesso, continuando a depositare i sacchetti per la strada per la gioia di gabbiani e cani randagi in cerca di cibo che sparpagliano il contenuto sull’asfalto. Per non parlare del deposito sui muri delle stradine del centro di vecchi materassi, bici e di tutto di più che parte dei cittadini ancora oggi non lesinano di abbandonare per strada. Dunque, vie sporche e immagini della città mortificata, soprattutto agli occhi dei turisti. Eppure, come dicono gli abitanti della zona antica della città, il servizio di raccolta “porta a porta” funziona. Spazzatura e degrado, in particolare, nel dedalo di strade che comprende la via San Michele, via Aperta, via Badiella, via Magistrale e altre viuzze limitrofe. Maleducazione e malcostume albergano lì. Questa mattina abbiamo ascoltato, infine, anche l’assessore all’ecologia Romano.

GUARDA IL SERVIZIO CON TUTTE LE INTERVISTE RACCOLTE OGGI IN GIRO PER LA CITTA’.