Pubblicità
<tonno auriga

I consiglieri di opposizione chiedono il ritiro dei bandi di gara pubblicati

“Atti di gara illegittimi” . I consiglieri del gruppo di opposizione “orgoglio sanvitese” scendono in campo contro i bandi di gestione dei parcheggi di Via la Piana/la Goulette, Baia Santa Margherita e Bue Marino a San Vito, pubblicati dal Comune.  “Dalla visione degli atti  – si legge in un documento – si evince una carenza della  documentazione e mancanza delle autorizzazioni preventive e necessarie ad espletare alcuni dei  servizi richiesti”. Tante le criticità secondo i consiglieri di Orgoglio Sanvitese a partire dal Piano del Traffico Urbano che, a detta dell’opposizione, andava modificato. “Per quanto riguarda l’area a Parcheggio di Bue Marino sul litorale di Macari – si legge sempre nel documento –  si evidenzia che il Comune non dispone di nessun regolare contratto di affitto in essere, ma di una semplice nota di disponibilità da parte dei proprietari, che di certo non consente ad oggi di poter disporre dell’area, che si prevede di cedere in gestione a terzi”. Per quanto riguarda l’area di Baia Santa Margherita invece, oltre alle varie criticità riscontrate per l’utilizzo del servizio bus, “orgoglio sanvitese” si scaglia contro la possibilità di dare in affidamento circa 1000 metri quadrati di spiaggia nella zona “Rina di Macari”, “senza nessuna indicazione – dicono ancora i rappresentanti dell’opposizione – sulle attività che l’eventuale ditta aggiudicatrice potrà espletare all’interno dell’area”.  “Per quanto ciò premesso – concludono i consiglieri –  si diffidano il Responsabile del Comando di Polizia Municipale, il Responsabile del 3° Settore, il Segretario Comunale Responsabile dell’Anticorruzione ed il Sindaco,  nel rispetto della normativa vigente, per la necessaria trasparenza amministrativa e nell’interesse dell’Ente a  ritirare urgentemente in autotutela gli atti di gara pubblicati e si invita ad attivare nuove procedure legittime, regolari, condivise, efficaci ed assolutamente trasparenti, nell’interesse esclusivo della nostra comunità”.