Pubblicità
<tonno auriga

Il 4 giugno il gip Manuela Cannavale ha archiviato il procedimento contro l’imprenditore Andrea Bulgarella. Il provvedimento è stato depositato il 13 giugno.

Archiviato lo stralcio di indagine per la vicenda Unicredit nella quale è rimasto coinvolto l’imprenditore Andrea Bulgarella. A Milano, per competenza territoriale, erano stati inviati gli atti di una parte del fascicolo su cui indagarono i pm fiorentini e che, alla fine, prosciolse l’ex patron del Trapani Calcio dalle accuse di mafia. Una vicenda che destò molto clamore sulle testate nazionali, con un iter giudiziario assai contorto, con pronunciamenti opposti fra giudice delle indagini preliminari, Tribunale del Riesame e Cassazione. Adesso è scattata l’archiviazione anche di queste ulteriori accuse relative ad appropriazione indebita e concorso in tentata truffa ribaltando, in un certo senso, la vicenda: gli approfondimenti degli inquirenti avrebbero dimostrato che la situazione era esattamente all’opposto e che il Gruppo Bulgarella, nella vicenda Unicredit, aveva iniziato una serie di azioni legali nei confronti del gruppo bancario per fare valere le proprie giuste pretese. L’imprenditore valdericino, quindi, aveva ragione stando alle risultanze emerse dalle ulteriori indagini dei magistrati milanesi. Questa circostanza viene evidenziata anche nella richiesta di archiviazione che accoglie, in pratica, le tesi della difesa. L’indagine ebbe inizio nel 2013. Dopo sei anni è arrivato lo scagionamento di Andrea Bulgarella da tutte le accuse mossegli in questi tanti anni.