La macchina, una Golf, era parcheggiata in via Cipollina. Ignoti hanno mandato in frantumi un finestrino. Indagano i carabinieri

Potrebbe avere i contorni di una intimidazione il danneggiamento dell’auto della moglie di un giudice in servizio al  tribunale di Trapani. Nel mirino, l’auto, una Golf, della consorte  di Gianluigi Visco, parcheggiata nei pressi dell’abitazione della coppia.  L’allarme è scattato, questa mattina, in via Cipollina, una traversa della via Orti, nelle adiacenze dello slargo dove venne ucciso Nino Via. Ignoti hanno mandato in frantumi il finestrino del lato guida del veicolo.  Sono intervenuti i carabinieri che hanno subito avviato le indagini per far luce su un episodio ancora tutto da decifrare anche se la pista privilegiata dagli investigatori sarebbe quella di un atto vandalico, ovvero di un tentato furto. Diversi casi di auto danneggiate, infatti,  anche di recente,  si sono verificati nella zona del centro storico di Trapani.  Macchine parcheggiate prese di mira da vandali.