Pubblicità
<tonno auriga

Tutto come previsto, con tanto di sospiro di sollievo per i lavoratori ausiliari del traffico di ATM Spa. Ieri sera il consiglio comunale di Trapani ha votato favorevolmente la delibera con la quale è stata rinnovata la concessione all’azienda di trasporti pubblici locali, partecipata dal Comune capoluogo, per il servizio di parcheggio a pagamento. Atm gestirà il tutto anche nei prossimi nove anni e mezzo.

La maggioranza consiliare stavolta non ha avuto alcun tentennamento ed ha votato favorevolmente l’atto deliberativo. ATM SpA Trapani gestirà anche per i prossimi nove anni e mezzo (rinnovabili) il servizio di parcheggio tramite strisce blu e i due parcheggi Egadi e Multipiano.

La seduta si è protratta fino a mezzanotte e mezza perchè, soprattutto nella prima parte, c’erano diversi emendamenti di natura economica presentati da alcuni consiglieri. ma siccome richiedevano il parere contabile e in aula non c’erano né il caposettore Petrusa né i revisori contabili,, tutti gli emendamenti che richiedevano una modifica al piano finanziario del Comune sono stati accantonati o ritirati. A dare il parere tecnico, infine, dopo le spiegazioni sulla mancata convocazione dei tecnici preposti da parte del presidente del consiglio comunale Peppe Guaiana, ci hanno pensato l’architetto Canale e direttamente l’amministratore unico di ATM, ingegnere La Rocca che è rimasto a disposizione dei consiglieri per l’intera durata della seduta consiliare spiegando i passaggi tecnici della delibera di affidamento.

Alla fine, l’Atto in discussione è passato con l’approvazione di alcuni emendamenti. Uno, quello presentato dalla consigliera Marzia Patti, sulla concessione ad ATM per un totale di 9 anni + 9 rinnovabili alle stesse condizioni, prevede che sia il consiglio comunale a decidere se rinnovare e se vanno bene le stesse condizioni alla scadenza del periodo di affidamento sancito ieri sera.

Altro emendamento approvato è quello della consigliera Giulia Passalacqua che estende ai lavoratori dipendenti in ZTL di usufruire dell’abbonamento strisce blu con tariffe agevolate. L’atto nel suo complesso è immediatamente esecutivo ma servono 15 giorni per essere effettivo. Gli ausiliari del traffico, nel frattempo, possono tirare un sospiro di sollievo. Il loro posto di lavoro è stato salvaguardato. Almeno per i prossimi 9 anni e mezzo.

A proposito di posto di lavoro, Il Segretario Generale Dott. Alfonso Spataro, nella qualità di Responsabile dell’Ufficio Procedimenti Disciplinari del Comune di Trapani, ha formalizzato in data 19/06/2019 il licenziamento di un dipendente comunale, condannato, in via definitiva, per tentato omicidio e detenzione abusiva di fucile, alla pena della reclusione di anni 12 e mesi otto.

Oltre alla pena detentiva il Giudice ha disposto in capo al dipendente l’interdizione dai pubblici uffici, l’interdizione legale e la sospensione dell’esercizio della potestà genitoriale durante l’esecuzione della pena, nonchè la libertà vigilata, per una durata non inferiore a tre anni, una volta espiata la pena detentiva.

Il provvedimento del Segretario Generale è stato adottato in forza dell’art. 55-quater, comma 1, lettera f), del D. Lgs. n. 165/2001, che statuisce quale automatica causa di licenziamento l’intervenuta condanna penale definitiva in relazione alla quale è prevista l’interdizione perpetua dei pubblici uffici.

Nicola Baldarotta