Pubblicità
<tonno auriga

Hanno preso il via ufficialmente ieri, con la prima serata pubblica, i lavori per la “PRIMA MARCIA DEI DIRITTI” che si terrà a Marsala il prossimo 3 agosto e che vedrà protagonisti insieme: istituzioni comunali lilybetane e di Petrosino, circa trenta associazioni, cittadini, esponenti del mondo dello spettacolo e della cultura, ma anche sindacati e giornalisti. “Ieri abbiamo iniziato, con un Ice Cream party in via Sarzana, grazie alla disponibilità di Romeo, la prima serata pubblica, per avviare la distribuzione delle magliette e per cominciare stando in strada, nel cuore della città per parlare di parità e di vigilanza sui diritti”, ha detto Sebastiano Grasso, presidente dell’Arcobaleno – Associazione di promozione sociale che organizza l’evento, patrocinato dal Comune di Marsala. La manifestazione, che ha già raccolto circa un centinaio di adesioni, punta a sensibilizzare la cittadinanza al perseguimento della parità, come dettato dall’articolo 3 della Costituzione: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”. Per questo motivo il nutrito gruppo di volontari ha deciso di camminare lungo il cuore della città, partendo da via Roma, attraversando poi la piazza Matteotti (porta Mazara) e di seguito la via XI Maggio per raggiungere la Porta nuova, ossia la simbolica via d’accesso ad una nuova coscienza sociale, nel segno della parità piena e condivisa. Lo slogan scelto è: “Camminiamo diritti per una strada a colori”, allo scopo di puntare l’accento sulla bellezza della diversità e sulla necessità dell’inclusione e dell’integrazione come linfa vitale per una società che ha bisogno di divenire più aperta e sensibile. “Il 3 Agosto 2019 a Marsala, dalle 20,30 la marcia dei diritti sfilerà lungo il Centro della città – ha ribadito Grasso – e sarà composta da Varie associazioni, LGBT, per disabili, contro la violenza di genere, studentesche, famiglie” ecco perché da ieri ha preso il via la distribuzione delle magliette di vari colori, che stanno a rappresentare l’armonia della diversità. “Abbiamo già un manifesto – hanno precisato gli organizzatori – ma le adesioni sono apertissime. Contiamo di coinvolgere più persone possibili”. La prossima serata “a cielo aperto” corredata da ombrelli color arcobaleno dove ripararsi da pregiudizio e ingiuste disparità si terrà il 29 luglio, giorno in cui saranno distribuiti i volantini.