Cultura contadina da valorizzare

Pubblicità
<tonno auriga

Si è conclusa la XXIV edizione di Naturalmente a Tangi.

Un salto indietro nel tempo quando gli uomini, con fatica e sudore, lavorano la terra con mezzi artigianali e l’aiuto degli animali. Un’occasione per rievocare le radici  e le tradizioni di un piccolo borgo rurale e per tramandarle alle nuove generazioni. Tutto questo è stato la XXIV edizione di Naturalmente a Tangi con la Sagra del grano.

Allestito un vero e proprio set dove sono state rievocate le fasi della mietitura e raccolta del grano con i metodi tradizionali. La preparazione dell’aia, il trasporto dei fasci di spighe, la battitura con gli zoccoli degli animali, la separazione della paglia ed infine la passata al setaccio. Coinvolti giovani e meno giovani che hanno ricordato con commozione i vecchi tempi.

Nel corso della manifestazione, organizzata dall’Associazione Cultura e Tradizione Tangi, in collaborazione con i cittadini di Tangi, l’Associazione Pro Loco, il Comune di Buseto Palizzolo e quello di Erice e l’ex Provincia Regionale di Trapani,  è stato possibile visitare il piccolo museo contadino, assistere a momenti di poesia dialettale, folklore con musica, canti e balli e degustare prodotti e piatti tipici locali.