Pubblicità
<tonno auriga

Dopo l’incendio della scorsa notte, il primo cittadino ringrazia la macchina dei soccorsi

Lo aveva già fatto poche ore dopo l’incendio, tramite comunicato stampa in cui sottolineava come la macchina dei soccorsi fosse stata “efficace ed efficiente”, oggi il sindaco di San Vito Lo Capo, Giuseppe Peraino, torna a ringraziare tutti coloro si sono spesi nelle ore dell’emergenza quando, poco dopo l’una di notte di mercoledì, è scoppiato un rogo nei pressi della Torre dell’Impisu, in contrada Sauci. Le fiamme, alimentate dal vento di scirocco, avrebbero potuto mettere a rischio le vita delle oltre 800 persone ospiti del Villaggio Calampiso. Infatti la zona della torre si trova, in linea d’aria, al di sopra la struttura ricettiva. Scattato l’allarme, sono intervenuti uomini e mezzi per spegnere le fiamme e, nel frattempo, venivano fatti evacuare via mare 403 turisti. Giuseppe Peraino trae adesso spunto dalla notizia che domani riaprirà l’ingresso dal lato di San Vito lo Capo della Riserva della Zingaro, dopo che la strada era stata chiusa per motivi di sicurezza, per tornare a ringraziare tutto il personale, militare e civile, intervenuto la scorsa notte. Ecco il suo comunicato.

” Apprendo con piacere la determinazione della direzione della Riserva Naturale Orientata dello Zingaro di riaprire ai visitatori l’ingresso dal lato di San Vito Lo Capo.  Martedì , infatti, a seguito dell’incendio divampato nella notte,  in prossimità della Torre dell’Impisu e che, fortunatamente, non ha lambito l’area di Riserva, era stato chiuso l’accesso a scopo precauzionale. Nel condannare fortemente il vile atto al patrimonio boschivo, alla flora e alla fauna del nostro territorio, di cui è indubbia la matrice dolosa, esprimo allo stesso tempo un forte ringraziamento  a tutto il personale forestale per l’impegno profuso . Le fiamme, infatti, sono state fermate grazie all’instancabile lavoro e alla profonda conoscenza del territorio da parte del personale forestale in servizio alla Riserva e all’Anticendio. Grazie alla loro professionalità ed esperienza è stato scongiurato che le fiamme potesse attaccare questo polmone verde, fiore all’occhiello della nostra provincia, tra le mete turistiche predilette.

Rinnovo, infine, un sentito ringraziamento  ai vigili del fuoco, e all’ing. Incalcaterra, che lavorano sempre in condizioni estreme a tutela della pubblica sicurezza, al personale in servizio dell’aeronautica  militare di Birgi, intervenuto con un elicottero contribuendo, assieme ai due canadair, allo spegnimento delle fiamme nelle zone più impervie e a  TUTTI coloro i quali si sono prodigati nelle operazioni di evacuazione via mare degli ospiti del villaggio Calampiso e che si sono occupati della loro assistenza una volta giunti sulla terraferma. Un grazie anche al personale del 118 e della CRI”.

Comunicato stampa