Pubblicità
<tonno auriga

In manette un giovane marocchino

Era diventato l’incubo degli amanti della tintarella, timorosi di lasciare incustodite le proprie borse  per andare a fare il bagno a mare. Dopo una mirata attività investigativa, i carabinieri della stazione di Trapani hanno arrestato con l’accusa di furto aggravato, ABD LKADER YAHYA, cittadino marocchino, classe 1996, senza fissa dimora, con precedenti di polizia. Il giovane è stato sorpreso mentre, con mossa repentina, stava prelevando uno smartphone e 70 euro in contanti da uno zaino lasciato da un bagnante temporaneamente incustodito sulla battigia. I militari, seguita la scena a distanza, lo hanno bloccato  e recuperato l’intera refurtiva asportata, restituendola al legittimo proprietario. Il giovane, è stato condotto negli Uffici del Comando dove, al termine delle formalità di rito, è stato dichiarato in  arresto e trattenuto in attesa del rito direttissimo fissato per oggi, così come disposto dall’autorità giudiziaria.

L’allarme furti sulla spiaggia di San Giuliano era scattato la scorsa settimana. Almeno 4 i colpi messi a segno. I carabinieri proseguiranno i controlli sul litorale Dante Alighieri anche nelle prossime settimane per contrastare i reati contro la persona e il patrimonio sulla pubblica via.