Pubblicità
<tonno auriga

Serata contro la violenza sulle donne a Bonagia, dove, nella suggestiva location del porticciolo della Tonnara, si è tenuta la manifestazione “Scarpette Rosse”.

È stata una bella serata incentrata sulla donna utilizzando il linguaggio della bellezza, dell’eleganza, dell’arte, della danza e della musica, con diversi momenti tra sfilate di moda, esibizioni di canto e di ballo. Tutte assieme per dire no alla violenza sulle donne. L’iniziativa, che si è tenuta al lido Marway di Bonagia è stata ideata e organizzata da Stefania Codraro, che ha coinvolto tante ragazze e mamme di ogni età. Ma anche cantanti, ballerine e artiste. Ognuno ha dato il proprio contributo in una macchina del volontariato che ha voluto lanciare un messaggio per squarciare il muro del pregiudizio, della indifferenza e della discriminazione, come evidenziato da Stefania Codraro, che ha parlato anche delle violenze nascoste, comprese quelle piscologiche, consumate nei luoghi di lavoro come nelle mura domestiche. Quelle violenze che restano invisibili e che quindi rischiano di essere sottovalutate e tollerate. Tutti argomenti che sono stati al centro del dibattito che si è tenuto nel corso della serata. Tra le altre cose è stato anche letto e commentato il diario scarpette rosse, dove il pubblico ha lasciato dei messaggi. Si è parlato anche delle donne migranti, delle violenze che subiscono prima di arrivare in Europa, sempre se ci riescono. Alla fine il lancio finale dei palloncini verso il cielo. Un modo per guardare al futuro con speranza. E per cercare di dare coraggio a tutte quelle donne che subiscono violenza e non sanno come fare per dire basta.