Pubblicità
<tonno auriga

La gara si svolgerà all’interno del Premio Saturno-Tuna Fish Fest che prenderà il via domani a Cornino. Oggi abbiamo ascoltato il direttore artistico della gara Peppe Giuffrè. 

Gli stand della villaggio gastronomico sono già stati montati così come il palco a piazza Riviera dove si alterneranno i talk, le cerimonie di premiazione del Saturno e gli spettacoli.  Ultimi preparativi in corso, a Baia Cornino, dove domani, a partire dalle 18, prenderà il via Tuna Fish Fest con la prima, delle quattro sfide in programma,  del “Gran Premio Internazionale del Tonno rosso”. All’interno di Casa Giuffrè, una tensostruttura di 200 metri quadrati,  chef di sei nazioni diverse prepareranno piatti  a base di tonno con, ogni giorno, una variante differente, come spiega il direttore artistico della kermesse, il maestro  cuciniere Peppe Giuffre.

Andrea Venturella per gli Stati Uniti, Hajer Aissi per la Tunisia, Nour Houda Daqoune per il Marocco, Paul Eugen Siserman per la Romania; l’Italia gareggerà, invece, a squadra, cambiando chef ogni giorno iniziando con il marsalese Emanuele Russo de “Le Lumie”. Per la Spagna, invece, una chef Catalana, Laia Cos Segura che presenta così il suo primo piatto. Dalle 20, sempre dentro Casa Giuffrè, il cooking del Dipartimento Pesca Mediterraea con il cous cous trapanese a farla da padrone grazie allo chef Pino Maggiore dello storico locale Cantina Siciliana. Poi a seguire, dalle 21, il cooking a cura del Flag Trapanese con il pesce della marineria mazarese come protagonista.

Chi si aggiudicherà il Gran Premio, nella finale di domenica, riceverà un’opera in corallo rosso, con dei tonni stilizzati in argento, realizzata dal Maestro Platimiro Fiorenza dal titolo “Rosso…una grande storia d’amore”.