Pubblicità
<tonno auriga

E’ il bilancio di una serie di controlli effettuati dai carabinieri

Un arresto e una denuncia. E’ il bilancio di una serie di controlli da parte dei carabinieri della compagnia di Mazara del Vallo. In manette Giovanni Gancitano di 38 anni, accusato di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso di una perquisizione, effettuata all’interno dell’abitazione del 38enne, i militari dell’Arma, di concerto con la Sezione Radiomobile e le unità cinofile dei Carabinieri di Palermo, hanno rinvenuto 160 grammi di marjuana essiccata, nascosta nel soggiorno, fogliame di pianta cannabis indica, del peso di 500 grammi, una modica quantità di hashish e dieci piante coltivate in vaso. L’uomo, si trova agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo. E sempre con l’accusa di coltivazione e detenzione aifini di spaccio di sostanza stupefacenti è stato denunciato a piede libero un altro giovane di 35 anni di cui non sono state fornite le generalità. All’interno del suo appartamento i Carabinieri hanno trovato una modica quantità di marijuana essiccata, una serra artigianale composta da lampade alogene ad alto rendimento calorifero e due piante di canapa dell’altezza di un metro e settanta circa oltre a materiale vario per il confezionamento.