Pubblicità
<tonno auriga

Contaminazioni. Di momenti, di sapori, di cibo, vino e sonorità che ricordano le nostre origini e la storia di un popolo che, mescolando le proprie tradizioni, è da sempre accogliente, disposto al mutamento e capace di percorrere, insieme a chi arriva e qui si ferma, percorsi culinari che diventano percorsi di umanità

Questo il tema alla base della serata organizzata ieri a Marsala a “La Corte dei Mangioni” dello chef Peppe Agliano, nel corso della quale gli ospiti hanno potuto godere dei piaceri del palato assieme a quelli dell’ottimo intrattenimento ‘a sorpresa’ offerti da un gruppo di artisti che hanno interpretato l’idea del programma, intervenendo per alcuni brevi momenti culturali con musiche e danze ad hoc. Ad esibirsi, per “Èthnos”, sono stati la maestra coreografa Vitalba Cutrona, direttrice della Scuola Koreutika di Trapani, le danzatrici Giada Siro Brignano e Maria Caruso e i musicisti Abele Gallo e Nino Oddo. “Abbiamo deciso di offrire ai nostri ospiti – dice Agliano – una serata diversa, all’insegna dei valori che creano atmosfera e uniscono nel nome della storia della isola. Non solo cibo ma sapori e suggestioni musicali grazie alla maestria degli artisti coinvolti. Una serata sperimentale, particolarmente gradita, che ci ha permesso di differenziare la nostra accoglienza”.