Pubblicità
<tonno auriga

Sono in corso, in via Capitano Sieri, a Trapani, i lavori di riparazione della condotta fognaria dopo il guasto di sabato mattina. E ieri, puntualmente, si è verificato uno sversamento in mare nella zona del pennello dove, come ovvio, continua ad esserci il divieto di balneazione.

Il punto della rottura della condotta fognaria si trova subito dopo il passaggio a livello di via Capitano Sieri, dove in queste ore sono in corso i lavori di riparazione della tubatura. Si sta cercando di ripristinare la linea, che collega l’impianto di sollevamento di via Marsala con il depuratore di Nubia, interessata da una nuova perdita. L’ennesima. Che anche questa volta ha portato ad uno sversamento in mare all’altezza del pennello che si trova davanti l’isola ecologica del lungomare Dante Alighieri. La fuoriuscita è avvenuta ieri, con le immagini dello sversamento che hanno fatto il giro dei social network. Nel litorale in questione sabato era scattato il divieto di balneazione, che come ovvio resta in vigore fino a nuove disposizioni da parte dell’amministrazione comunale di Trapani. Intanto si sta cercando di ultimare i lavori in via Capitano Sieri, si spera, salvo imprevisti e inconvenienti tecnici, entro questa sera. Ma l’obiettivo dell’esecutivo di Palazzo d’Alì è trovare il modo per risolvere il problema una volta e per tutte, evitando sversamenti in mare in caso di guasti alla condotta fognaria. A tal riguardo si punta ad attivare una seconda linea, sempre tra impianto di sollevamento di via Marsala e depuratore di Nubia, che si trova proprio accanto a quella che da mesi continua a rompersi. Ma per fare entrare in funzione la seconda tubatura bisogna prima ispezionarla per verificare in che condizioni si trova. Dopodiché si potrà decidere sul da farsi, come fatto sapere dall’assessore all’ecologia e ambiente Ninni Romano, in queste ore impegnato ad affrontare questa ennesima emergenza in città. ASCOLTA L’INTERVISTA

Mario Torrente