Pubblicità
<tonno auriga

Nell’incidente ha perso la vita il figlio del 34enne, Francesco di 13 anni

Era sotto l’effetto di sostanze stupefacenti Fabio Provenzano di 34 anni, quando, lo scorso 13 luglio, dopo una diretta facebook, perse il controllo della sua Bmw andandosi a schiantare contro il guard rail della A29 Palermo – Mazara, all’altezza dello svincolo per Alcamo. Nel tragico incidente perse la vita il figlio tredicenne dell’uomo, Francesco. E’ il risultato dei test tossicologici a cui l’uomo è stato sottoposto dai medici dell’ospedale Villa Sofia di Palermo dove si trova tutt’ora ricoverato assieme al figlio piccolo Antonino, che lotta ancora tra la vita e la morte, e che a causa dello schianto ha riportato danni celebrali ritenuti dai sanitari “irreversibili”. Al 34enne, già indagato per omicidio stradale da parte della Procura di Trapani, è adesso contestata l’aggravante “del fatto commesso sotto l’effetto di sostanze stupefacenti”. Le indagini sono condotte dalla Polizia stradale che ha acquisito il video in diretta facebook girato da Provenzano pochi minuti prima del tragico schianto.