Pubblicità
<tonno auriga

Allo chef romeno il primo posto del “Gran Premio del Tonno Rosso”

E’ Paul Eugen Siserman il vincitore del primo “Gran Premio Internazionale del Tonno Rosso”, la competizione gastronomica con 6 paesi in gara che si è svolta da giovedì a domenica a Cornino nell’ambito del “Premio Saturno-Tuna Fish Fest.  Romeno, classe 1976, una  delle firme più apprezzate della cucina nel suo paese d’origine,  con un palmares ricco di premi alle spalle, Siserman è Ambasciatore dall’Accademia Sicilia in Romania. E’ stato lui il più votato dalle giurie, composte da giornalisti, esperti di cucina, docenti e chef, che si sono alternate nelle quattro giornate di gara. La proclamazione, ieri sera, sul palco allestito a piazza Riviera. Allo chef, che non ha nascosto un pizzico di emozione scusandosi per il suo italiano non perfetto, è andato un’opera in corallo rosso, con dei tonni stilizzati in argento, realizzata dal Maestro Platimiro Fiorenza dal titolo “Rosso…una grande storia d’amore”.+

Seconda classificata la squadra italiana che ha gareggiato con gli chef Emanuele Russo, marsalese, Albarosa Zoffoli, romagnola, Francesco Lelio, palermitano, e Peppe Buffa, sanvitese. Terza la Tunisia, con Hajer Aissi, da oltre 20 anni a Trapani dove è  chef alla Cantina Siciliana. Tutti sul palco per il gran finale e per i ringraziamenti, ad iniziare dal direttore artistico della kermesse, il maestro cucinere Peppe Giuffrè, che ha presentato il Gran Premio, ed i componenti dell’Accademia della Cucina Sicilia, che hanno dato un apporto fondamentale alla manifestazione, con la preziosa collaborazione degli studenti dell’Istituto Alberghiero di Erice.

Intanto, sempre ieri, si è svolta l’ultima serata di premiazioni del Saturno.  Dopo i saluti del sindaco di Custonaci, Giuseppe Morfino, assegnati i riconoscimenti alla cooperativa sociale Badia Grande, con il suo presidente Antonio Manca, premiato dal sindaco di Erice Daniela Toscano; al farmacista custonace Antonio Ernesto Battiata, conosciuto da tutti come Tonino, che ha ricevuto il Saturno dalle mani del sindaco di Buseto Palizzolo Roberto Maiorana; infine una statuetta è stata consegnata allo chef Pino Maggiore, che ha fatto la storia della cucina a Trapani con il suo locale “La Cantina Sicilia”. A premiarlo il sindaco di Castellammare del Golfo Nicola Rizzo.

A Baia Cornino sono stati quattro giorni tra gastronomia, intrattenimento e buona musica con la presenza di tantissime persone che fin dal pomeriggio hanno preso parte alle varie iniziative in programma.  All’interno di Casà Giuffrè, dove il pubblico ha potuto degustare le ricette preparate dagli chef in gara e partecipare ai cooking a cura del Falg Trapanese e della Regione Sicilia, Dipartimento Pesca Mediterranea-Assessorato all’Agricoltura. E poi grande gradimento per  il villaggio gastronomico allestito sul lungomare con i piatti base di tonno preparati dai ristoratori locali e gli stand dell’artigianato locale.  La sera tutti in piazza Riviera per gli spettacoli e l’intrattenimento. Grande successo con migliaia di persone che sabato sera si sono scatenate con i “40 che ballano… 90”. Una discoteca a cielo aperto, in riva al mare, dove la musica ha coinvolto tutti fino a tardo sera sulle note delle canzoni più conosciute e gettonate degli anni 90. Apprezzatissimi dal pubblico di ogni età gli spettacoli   di due eccellenze del Made in Sicilly, lo show man Sasà Salvaggio, che si è esibito venerdì,  e l’attore Ernesto Maria Ponte che ieri sera, assieme a Clelia Cucco, ha fatto divertire e ridere di gusto una platea di persone.  Ed infine ancora musica con il gruppo degli opera 80.