Finanziamento del Governo Regionale

Via libera dal governo Musumeci al finanziamento del progetto esecutivo per risanare il porto di Marsala. I fondi, provenienti dal Programma operativo complementare 2014-2020, ammontano a poco più di 800mila euro e serviranno per completare la barriera curvilinea dell’approdo e riqualificare la retrostante calata.

Il presidente  Musumeci, nell’annunciare il provvedimento, ha evidenziato come il Governo si stia recuperando il tempo perduto in passato per restituire dignità e funzionalità alle infrastrutture portuali della Sicilia.

Anche l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone ha sottolineato come il rilancio della portualità in Sicilia  rappresenti un punto cardine. “Stiamo spingendo- sull’acceleratore dell’iter ha dichiarato Falcone- che, a stretto giro, porterà la città di Marsala a dotarsi di un porto pubblico moderno, all’altezza delle esigenze di un comprensorio marittimo a fortissima vocazione non solo commerciale ma anche turistica».

L’importo di 837 mila euro riconosciuto per Marsala costituisce uno stralcio del progetto pubblico, che prevedeva anche il più consistente finanziamento dei lavori per la realizzazione della diga antemuraria. Su questa seconda parte è in corso un confronto tra la Regione e il Comune, dopo la richiesta di una relazione dettagliata da parte dell’assessore Falcone sull’iter del progetto, la cui stazione appaltante era stata trasferita negli anni scorsi proprio da Palermo a Marsala.